• Beppe Grillo a Rieti
  • Di Battista a Rieti campagna elettorale elezioni Europee 2014
  • Marcia Onestà
  • Donne in Movimento. Le donne del M5S a Rieti 8 Marzo 2014
  • Grilli Parlanti alla Marcia dell'Onestà con Paola Taverna

In merito alla vicenda della Solsonica S.p.A. di Rieti, a seguito di una visita che ho effettuato venerdì 26 febbraio, ho depositato un’interrogazione Parlamentare ( http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=4/12340&ramo=CAMERA&leg=17 ) che chiede al Ministro di competenza di riaprire il tavolo di vertenza a livello nazionale per valutare nuovamente la questione ed evitare in tutti i modi che si perda forza occupazionale nello stabilimento.

Come chi segue la vicenda già saprà, il rischio è che con l’acquisizione della Solsonica S.p.A. da parte di GALA tech, circa 130 operai potrebbero perdere il lavoro.

Il piano di acquisizione firmato ai tavoli del MISE in presenza delle OO. SS. prevede che GALA Tech applichi il diritto di precedenza degli operai già assunti da Solsonica in caso di assunzioni, ma non prevede nessun obbligo di assunzione.

Il problema è grave e causato oltre che dallo stato di crisi che vive il nostro Paese ormai da alcuni anni, anche da certe politiche scellerate dell’Esecutivo che se da una parte sguinzaglia i suoi uomini sul territorio per annunciare prese di posizione in difesa dei lavoratori, a livello centrale attua scelte che vanno nella direzione contraria.

Come ad esempio quelle prese nel cosiddetto Dl competitività del 2014 che ha rimodulato retroattivamente le tariffe incentivanti al fotovoltaico di fatto togliendo soldi al settore che di conseguenza subisce un’ulteriore crisi, nonostante a tutti siano note le potenzialità che potrebbero avere le energie rinnovabili nel nostro Paese!

A tutto ciò aggiungiamo che di recente, all’interno del provvedimento cosiddetto mille proroghe, si è approvato un ampliamento della riforma sulla tariffa elettrica che oltre ai privati coinvolge anche il reparto industriale agricolo e artigianale, e che disincentiva tutti quegli interventi di efficientemento energetico e autoproduzione di energia da fonti rinnovabili che avrebbero dovuto essere il nostro pilastro di una politica industriale energetica.

Un ringraziamento va al gruppo locale Meetup Amici di Beppe Grillo "Grilli Parlanti di Rieti" per avermi girato l'interesse per gli operai sopra indicati e la collaborazione per la stesura del testo della mia interrogazione.

LORO non si arrenderanno mai… NOI neppure!

Rieti, 23.03.2016

Portavoce Movimento 5 Stelle

Deputato Massimiliano Bernini

 

Meetup Amici Beppe Grillo

Grilli Parlanti di Rieti

Come segnalato da qualche cittadino e visti i mancati avvisi di imminenti lavori di manutenzione, con un non meglio specificato “prodotto-diserbante” utilizzato dagli operai comunali,

 

CHIEDIAMO

 

- all'amministrazione comunale, di mettere a conoscenza la cittadinanza tutta, TIPO e  marca del prodotto utilizzato per il disseccamento delle infestanti su marciapiedi e strade comunali

 

- i motivi per i quali la cittadinanza non è stata preventivamente avvertita dell'irrorazione del prodotto sin qui sconosciuto

 

- perché si ricorra ancora all'irrorazione di un prodotto chimico per combattere le infestanti e non si ricorra, invece, all'utilizzo meccanico per il controllo delle stesse, a salvaguardia sia della salute umana e degli animali che dell'ambiente e della biodiversità.

 

Ci auguriamo, che il prodotto chimico utilizzato non abbia il principio attivo noto come glifosato, ritenuto “probabile cancerogeno” dall’Agenzia di Ricerca Internazionale sul Cancro di Lione; numerose sono ormai le pubblicazioni e gli studi scientifici che ne segnalano la pericolosità, anche in relazione ai possibili danni al DNA umano, motivo per cui centinaia di comuni ne hanno riconosciuta la pericolosità e in molti di essi, anche grazie alle mozioni del M5S, ne è stato vietato l'utilizzo. 

L’Amministrazione di questa città si manifesta ogni giorno di più come vera e propria nemica della trasparenza e, soprattutto, della salvaguardia della salute degli esseri umani, specialmente i più deboli, oltre che del verde urbano e dell’ambiente in genere.

La giustificazione della non tossicità per via dell'utilizzo delle maschere e dell’assenza di dispersioni nell'aria, può essere creduta solo nel magico mondo delle favole.

Cari amministratori politici di Rieti, non siete mai riusciti ad essere credibili, ma ora che avete tenuto nascosto alla cittadinanza anche questo intervento, avete oltrepassato il limite della tolleranza.

Cosa intendete farne di Rieti e dei reatini?

Cari cittadini, LORO non si arrenderanno mai… ma NOI neppure!

Rieti, 19.03.2016

Meetup Amici di Beppe Grillo

“Grilli Parlanti di Rieti”

Il 23 febbraio è scattata da parte dei ROS di Catania il sequestro delle azioni della Tecnis spa società operante nel settore delle opere edili e civili infrastrutturali in tutto il territorio nazionale. La Tecnis ha un capitale sociale di 32 milioni di euro interamente versato e le relative azioni sono suddivise tra le società Cogip Holding srl e Artemis SpA. Alla ditta è stato sospeso il certificato antimafia in seguito al coinvolgimento nell’ambito dell’inchiesta ‘Dama Nera’ della Procura di Roma su presunte tangenti all’Anas. Già da tempo il portavoce del Movimento 5 Stelle Alberto Zolezzi, attraverso segnalazione del Meetup locale “Grilli Parlanti di Rieti”, aveva indicato, attraverso lo strumento del Question Time, alcune rilevanti difformità per la costruzione di uno svincolo stradale realizzato proprio dalla Tecnis Spa tale da deturpare irreparabilmente il complesso paesaggistico presso il comune di Micigliano in Provincia di Rieti. Un‘area notevolmente sensibile vista la presenza di un monastero risalente al X secolo e rifugio di pellegrini e viandanti che usavano spostarsi sulla salaria. Ma la mano speculativa non sente ragioni culturali e a ridosso del Monastero venne eretta una mostruosa struttura formata da tredici piloni di cemento. Ad oggi molti cittadini sono in attesa di una azione immediata da parte del governo che, come ha già dichiarato nella risposta all’interrogazione presentata da Alberto Zolezzi, intende provvedere all’abbattimento dell’orrenda struttura sostituendola con un impianto notevolmente meno impattante. Questa operazione delineerebbe la doppia finalità di ridare ai cittadini i propri beni comuni, quali il paesaggio, elemento fondante della nostra Costituzione, e di perimetrare il potere imprenditoriale nei casi di sospette infiltrazioni criminali, attraverso un’azione pratica e dimostrativa.

 

Rieti, 03.03.2016

 

 

        Alberto Zolezzi e Massimiliano Bernini                                              Meetup Amici di Beppe Grillo

        Deputati portavoce Movimento 5 Stelle                                                 Grilli Parlanti di Rieti

 

Pagina 3 di 23